World Cocktail’s Day

Le tradizioni sono importanti e anche se ogni giorno sembra esserci una festa, un giorno o una giornata dedicata a qualcosa, quella di oggi è davvero una giornata importante per tutto il mondo della mixology e dei cocktail. Questa storia inizia proprio il 13 Maggio a New York nel lontanissimo 1806 quando per la prima volta sulle pagine del tabloid The Balance and Columbian Repository comparve la prima vera definizione di cocktaila stimulating liquor, composed of spirits of any kind, sugar, water and bitters” in pratica “un liquore stimolante,composto da superalcolici di ogni genere, zucchero, acqua e amari”, la leggende vuole che fu la risposta dell’editor Harry Croswell in risposta ad una lettera di un lettore.

Da allora oggi si festeggia in qualche modo questa giornata importante. Ovviamente in tutto il mondo si è scelto di festeggiarla nei modi più disparati, ma in quasi tutti i luoghi si festeggia il World Cocktail’s Day con un bicchiere in mano (probabilmente davanti ad un bancone), noi abbiamo scelto di festeggiarlo a Positano, con il Franco’s Fizz uno dei nuovi cocktail signature curati da Mattia Pastori per la riapertura del Franco’s Bar, la splendida terrazza di Positano firmata Le Sireneuse.

Per i pochi che non lo conoscono il Franco’s il cocktail bar inaugurato nel 2015 alla scomparsa del fondatore Franco Sersale (a cui inevitabilmente il cocktail è dedicato). Cocktail bar con terrazza a picco sul mare, circondato dalla natura e da opere d’arte, dalla fontana alle ceramiche salernitane, un ambiente che lascia davvero senza fiato, a pochi passi dall’ingresso dell’hotel Le Sirenuse, anch’esso aperto nel ’51 dalla Famiglia Sersale che trasformarono la loro casa in un Hotel di fascino affacciato sulla Costiera Amalfitana.

Il prosimo 20 Maggio il Franco’s riapre i battenti dopo l’inevitabile chiusura e lo fa affidandosi appunto a Mattia Pastori – nome di spicco per le consulenze e formazione di hotel, bar e mixology, con una formazione ed esperienza che passa dall’hotellerie di lusso tra cui Park Hyatt, Armani Hotel e Mandarin Oriental e che insieme al bar manager responsabile Antonio Viscido ha curato l’intera proposta senza lasciare nulla al caso, dalla formazione dello staff al drink, costruendo con il team e la lista dei cocktail che come lui stesso conferma è “un mix di emozioni liquide che ripercorrono i grandi classici dell’aperitivo in una chiave più moderna nel gusto e nella presentazione, insieme a signature cocktails che rispecchiano le diverse personalità de Le Sirenuse, riflettono l’attenzione ai dettagli del servizio e richiamano la ricercatezza negli arredi dell’hotel. È stato un bellissimo e intenso lavoro di squadra, che ha coinvolto l’intero staff

Per questo il Franco’s Fizz è il cocktail perfetto per il Cocktail Day. Un drink che ci parla ovviamente di mediterraneo e territorio, come nelle migliori occasioni, partendo dagli ingredienti locali come il limone sfusato tipico della costiera amalfitana, latte di mandorla, pistacchio e Italicus Rosolio di Bergamotto. Concludere il tutto guarnendo con una crosta di sale e polvere di pistacchio per dargli quel giusto tocco sapido al drink.

La drink list signature ovviamente si compone anche di altre piccole ed interessanti perle divise per categorie, come ad esempio l’Americano in concerto che viene servito in un bicchiere coloratissimo che fa da chiaro riferimento al mondo dell’arte e della pop art in particolare, con Campari, Top soda concerto, Vermuth e zest di limone e arancia.

Un viaggio tra arte, cocktail e natura quindi, per festeggiare questa singolare ed importante giornata a base di cocktail, ricordandoci quanto sono importanti le riaperture come questa del Franco’s e di quanto tutto il mondo della mixology, dei distillati di qualità e dei cocktail ne ha bisogno.