Home NEWS Diageo verso l’acquisizione di Don Papa

Diageo verso l’acquisizione di Don Papa

84
0
Il gruppo internazionale annuncia l’accordo per l’acquisizione del brand super premium per un corrispettivo iniziale di 260 milioni di euro, a cui si aggiungerebbero 177,5 milioni da qui al 2028 in base alle performance del marchio

Diageo annuncia il raggiungimento dell’accordo per l’acquisizione di Don Papa, il brand super premium di rum filippino. Il corrispettivo iniziale concordato ammonta, secondo quanto riferito dal gruppo, a 260 milioni di euro, a cui si aggiunge un corrispettivo potenziale di 177,5 milioni di euro che verrà valutato in base alle performance di mercato del brand da qui al 2028.

Tra il 2016 e il 2021 è stato del 18% il tasso di crescita annuale (CAGR) del segmento dei rum super-premium plus in Europa, mentre negli Stati Uniti ha raggiunto il del 27% Percentuali che, nel caso specifico di Don Papa, salgono con un CAGR del 29% nel solo mercato europeo.

«Siamo entusiasti di portare Don Papa nel portafoglio Diageo per completare la nostra proposta di rum – ha commentato, John Kennedy, presidente di Diageo Europa e India – L’acquisizione è in linea con la nostra strategia per l’annessione di marchi ad alta crescita, con margini interessanti e che supportino la premiumizzazione. Un’operazione che ci consente di partecipare al segmento super-premium plus in rapida crescita».

Don Papa va così ad aggiungersi agli altri brand in portfolio, tra cui Captain Morgan, Ron Zacapa e Ron Santiago de Cuba.

«Diageo ha una solida esperienza nel coltivare marchi guidati dai fondatori – afferma Stephen Carroll, fondatore di Don Papa Rum, che resterà coinvolto nello sviluppo del brand lavorando al fianco di Diageo – Il gruppo crede nell’unicità della nostra storia e ha sinceramente abbracciato la nostra idea di brand. Riteniamo che questa acquisizione sia una grande opportunità per portare Don Papa verso un prossimo entusiasmante capitolo di sviluppo».

L’acquisizione sarà finanziata attraverso le riserve di liquidità esistenti e dovrebbe concludersi nella prima metà del 2023. L’azienda ha dichiarato che sarà in grado di discutere l’operazione in modo più dettagliato dopo la pubblicazione dei risultati finanziari dell’anno fiscale 2023, il 26 gennaio.

Lanciato nel 2012 dagli imprenditori Stephen Carroll e Andrew John Garcia, Don Papa Rum è attualmente disponibile in 30 Paesi, tra i quali Francia, Germania e Italia sono i mercati più importanti. Il rum viene distillato e invecchiato in botti di rovere americano sull’isola di Negros Occidental, conosciuta localmente come “Sugarlandia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui