Home SPIRITO ESTERO The Macallan rivela Intense Arabica

The Macallan rivela Intense Arabica

591
0
Un tributo all’affascinate mondo del caffè nella seconda edizione della Collezione Harmony firmata dalla celebre distilleria scozzese

 

A Casa Lago, Milano, The Macallan svela l’imbottigliamento che va ad arricchire The Harmony Collection, una serie limitata di uscite annuali inaugurata nel 2021 da The Macallan Rich Cacao e guidata dall’innata curiosità e mentalità creativa della distilleria. Il nuovo Single Malt Scotch Whisky The Macallan Intense Arabica – distribuito in Italia da Velier – celebra il mondo del caffè ed è stato ispirato dal chicco di caffè Arabica etiope.



La leggenda The Macallan

Fondata nel lontano 1824, The Macallan Distillery è situata vicino a Easter Elchies House, a Craigellachie, nella regione scozzese dello Speyside. Negli anni la distilleria è divenuta celebre per i suoi invecchiamenti in ex sherry cask, per i primi imbottigliamenti dedicati agli importatori italiani e per le gloriose esportazioni degli anni Settanta e Ottanta, arrivando a conquistarsi quella fama che oggi fa considerare il Macallan “il re dei single malt whisky”. Un vero e proprio status symbol nel mondo del distillato.

Per distillare il suo orzo scozzese, Macallan utilizza due capienti mash tun, 21 fermentatori e 36 alambicchi, i più piccoli dei quali – i famosi Spirit Stills – producono un distillato molto corposo e di personalità, diverso dal whisky solitamente prodotto nella zona dello Speyside. Per l’invecchiamento, Macallan ha costruito un complesso sistema “from forest to distillery” che controlla la produzione delle botti fin dalle querce con cui vengono costruite. Tutti gli invecchiamenti avvengono in botti di rovere americana ed europea stagionate con vino sherry e botti ex bourbon americane.

La collaborazione con 5 maestri del caffè

Steven Bremner, whisky maker di The Macallan, ha pensato Intense Arabica per essere abbinato perfettamente al caffè. Per ottenere questo risultato Bremner ha studiato l’affascinante viaggio del caffè dal campo alla tazzina, indagandone il processo di produzione e imparando a riconoscere i diversi profili gustolfattivi. Per realizzare questo imbottigliamento hanno collaborato, assieme a Bremner, il coltivatore di caffè etiope Kenean Asefa Dukamo, la torrefattrice scozzese Lisa Lawson, la pluripremiata barista americana Andrea Allen, l’artista britannico del caffè Dhan Tamang e anche uno storico del caffè, il professor Jonathan Morris.



La ricetta di The Macallan Intense Arabica

Ispirandosi al chicco di caffè Arabica proveniente dall’Etiopia, Steven ha selezionato un’armonica combinazione di botti di rovere americano ed europeo, per ottenere note peculiari che ricordano un espresso dolce ma forte, con richiami alla cremosità del tiramisù e del cappuccino, oltre a un profilo speziato simile al pan di zenzero. Inoltre la stagionatura del rovere con vino Sherry evoca nel bicchiere la ricchezza dei frutti di bosco. Una gradazione robusta a 44 gradi si presta poi bene all’abbinamento del whisky al caffè, per assaporare The Macallan in maniera differente.



Il packaging ecosostenibile

Per rendere omaggio all’ispirazione data dal caffè, la nuova release viene presentata in una magnifica box prodotta a partire da bucce di chicchi di caffè riciclate. Michele Posocco, esperto della cartiera italiana Favini, ha collaborato con The Macallan per creare questo innovativo packaging, il cui ricco colore rosso Pantone richiama il frutto del caffè.

La sostenibilità sociale e ambientale è del resto sempre al centro delle attività di The Macallan, con il desiderio di lasciare un’eredità positiva alle generazioni successive. Un pensiero che ha trovato applicazione anche nella nuova distilleria, inaugurata nel 2018.