Home AL BAR Rivoire, 150 candeline tra cioccolato e cocktail dal tocco femminile

Rivoire, 150 candeline tra cioccolato e cocktail dal tocco femminile

69
0
Lo storico locale fiorentino festeggia il centocinquantesimo compleanno con un nuovo logo e una serata dedicata, giovedì 27 ottobre

Festeggia i 150 anni il Rivoire di Firenze. Avviato nel 1872 dal torinese Enrico Rivoire come “Fabbrica di Cioccolata a Vapore”, oggi regala la stessa elegante atmosfera del luogo d’incontro e scambi culturali di una volta, tra praline e altre specialità di cioccolato, un menù dedicato alla cena, vino e, ovviamente, il cocktail bar, guidato dalla barlady Elisa Randi.

Cioccolato, cultura e mondaneità

Enrico Rivoire era già un beniamino di Casa Savoia quando decise di portare la sua arte di chocolatier a Firenze, aprendo nel 1872 la “Fabbrica di Cioccolata a Vapore”, conquistando il palato dei fiorentini prima, e di tutti gli italiani e gli stranieri di passaggio poi, espandendo il suo nome e la sua fama nel mondo.

A 150 anni dalla fondazione, oggi come allora nel locale affacciato su Piazza della Signoria si rivive quello che era divenuto in breve tempo il salotto dell’élite cittadina, meta per i viaggiatori internazionali e scena di momenti memorabili, dagli incontri incandescenti fra Gabriele D’Annunzio ed Eleonora Duse al set di importanti pellicole cinematografiche.

Oggi come allora, il Rivoire continua a deliziare gli estimatori più esigenti con specialità di cioccolato e altre prelibatezze, preparate secondo le antiche ricette dai maestri pasticceri e cioccolatai che lavorano nei laboratori, con processi e strumenti che si tramandano fin dagli esordi.



Mixology al femminile

Nello storico caffè non ci sono solo le delizie di cioccolato. Ad attrarre gli appassionati, anche i cocktail creati dal tocco di Elisa Randi. Prima donna a emergere sulla scena della mixology fiorentina, Randi costruisce combinazioni di sapori adatti ad accompagnare ogni momento del Rivoire. Dai grandi classici ai drink costruiti su misura secondo il gusto del cliente, nei bicchieri la creatività della barlady porta anche ingredienti utilizzati in pasticceria.



Nuovo logo e chocolate shock per i 150 anni

Per festeggiare i suoi 150 anni, Rivoire ha scelto un nuovo logo, pensato per esprimere unicità, prestigio e originalità made in Italy. Il giglio di Firenze sposa la R del brand, arricchendosi di riferimenti al rinascimento fiorentino e a Casa Savoia.

Per l’occasione, arrivano anche alcune novità al gusto di cioccolato, come la linea Animal Lux, tavolette ripiene e decorate con motivi d’ispirazione etnica, che rimandano ai viaggi esotici. A queste si aggiunge il Lingotto Rivoire, una specialità da servire a fette, in una limited edition prodotta con cioccolato Uganda fondente al 52%, ripieno di cremino al gianduia e nocciole trilobate IGP intere.

L’appuntamento con i festeggiamenti ufficiali è giovedì 27 ottobre, in una serata che alterna aperitivi, “cioccolato live show” a cura dei maestri cioccolatieri della Casa, musica ed effetti speciali.

Un “chocolate shock”, come lo intende l’attuale proprietario Carmine Rotondaro, che ha tra i propri obiettivi quello di custodire la storicità del locale, esaltandone con sensibilità e rispetto la vocazione gastronomica.



Fra i protagonisti dell’evento, anche cinque studenti di Accademia NEMO, che a pochi passi dal Ponte Vecchio forma giovani professionisti di illustrazione, grafica 3D, web e visual development. Gli studenti proporranno la creazione di un’edizione limitata di alcuni dei più iconici cofanetti di Rivoire, destinati a contenere le selezioni dei cioccolatini più apprezzati.