Home CIGAR SOCIAL CLUB Ramón Allones Noellas E. R. Italia 2020 & Armagnac Janneau XO Double...

Ramón Allones Noellas E. R. Italia 2020 & Armagnac Janneau XO Double Distillation

184
1

Questa settimana, complice l’immissione sul mercato della ultima Edición regional Italia 2020, ho degustato il Ramón Allones Noellas e, in abbinamento, ho selezionato l’Armagnac Janneau XO Double Distillation. Un pairing per “similitudine”, visto che il sigaro è di recente produzione e quindi esprime un grande carattere, che si accompagna a quello del distillato.

Il Sigaro


Ramón Allones Noellas Edición Regional 2020

Habanos S.A.

La giara di vetro e il packaging scelti per il Ramón Allones Noellas Edición Regional 2020 ricordano quelli dell’attuale H. Upmann Noellas ma, sebbene il nome della vitola de salida “Noellas” coincida con quello di H. Upmann, la vitola de galera è differente: si tratta infatti di un Eminentes (cepo 42; lungh. 132 mm) formato inesistente nel portafoglio standard di Ramón Allones.

Sul sigaro è apposta la “vecchia” anilla del brand, con all’interno indicata la vitola de salida, cioè “Noellas”, e una seconda anilla, quella dell’Edición Regional, che riporta la dicitura “Exclusivo Italia”. Nella mezza luna collegata alla seconda anilla è presente la scritta “20 Aniversario Diadema”, in omaggio al XX° Anniversario del Distributore Esclusivo di Habanos, S.A in Italia, Diadema S.p.A.Sono state realizzate solamente 4.500 giare da 25 sigari cadauna.

Analizzando il Noellas si nota una capa colorado maduro, ben tesa e dai riflessi rossi. Al tatto risulta oleosa, con un riempimento regolare. A crudo si percepiscono cacao e note tostate.

Nel primo terzo si avvertono cuoio, terra, note tostate.

Nel secondo terzo la forza risulta medio-forte e gli aromi si mantengono ben bilanciati.

Il finale è un crescendo di aromi, con cacao, caffè e note tostate in prevalenza e con in sottofondo pepe nero. Nel corso della fumata si è riscontrata una buona evoluzione, con aromi ben bilanciati tra loro e una lunga persistenza post-fumata.

Sicuramente necessita di un più lungo periodo di affinamento, per regalare ancora nuove emozioni.

Il Distillato


Armagnac XO Double Distillation

Janneau

Nel 1972 Janneau ha reintrodotto il metodo della doppia distillazione, un antico metodo in alambicco utilizzato originariamente nell’Armagnac. Unici in Guascogna, gli alambicchi a doppia distillazione della Maison Janneau restituiscono la quintessenza del carattere di ciascuna delle acquaviti, così come tutta la raffinatezza e la complessità dei suoi aromi.

Questo blend è il primo a essere prodotto interamente con il metodo della doppia distillazione. Tale processo ha creato un’acquavite di grande finezza, delicata, morbida e fruttata. Invecchia in botti di rovere provenienti dalla foresta Monlezun, situata in Guascogna, per un minimo di 18 anni e fino a 30 anni. La perfezione pura offerta in una bottiglia unica disegnata per Janneau.

Realizzato da uve Ugni Blanc e Baco dalle regioni della Ténarèze e del Bas Armagnac, Janneux X.O. Decanter è una deliziosa combinazione di note aromatiche e frutta secca. Offre profondità, con l’unione perfetta di spezie, prugne e burro. Al sorso risulta profondo, equilibrato, con spezie, burro, frutta secca e prugna matura, che avvolgono il palato in una perfetta sinfonia di aromi.



 

Articolo precedenteArriva in Italia Heaven’s Door, il whiskey di Bob Dylan
Articolo successivoEstro ed equilibrio, nasce il Gin Gian di Giancarlo Morelli
Classe 1981, abruzzese di nascita ma piemontese d’adozione, dopo gli studi inizia a viaggiare per lavoro e scopre un mondo che lo coinvolgerà sempre di più. I primi articoli li scrive oltre 10 anni fa per hobby e ad oggi è il suo lavoro. Giornalista e blogger, appassionato e collezionista di sigari e memorabilia cubane dagli anni 2000, cura rubriche che spaziano dal collezionismo, alle degustazioni e al vintage, all’interno di diverse riviste, si interessa anche di spirits, bollicine e vini, ossia tutto quello che si può abbinare ad un buon sigaro.

1 commento

I commenti sono chiusi.